lunedì 13 febbraio 2017

David Pierini

Il diavolo a Medjugorie
estratto da...Parole di fuoco 

2001 - 2005

I
"Io sono la luce del mondo; chi segue me, non cammina nelle tenebre" (Gv 8,12)
Queste parole di Gesù basterebbero da sole per archiviare ogni discorso in merito alle apparizioni...lui è la luce del mondo, luce diffusa durante la sua vita terrena, la sua testimonianza è stata completa e nulla più c'è da aggiungere o da togliere. Gesù ci ha dato tutte le risposte per camminare nella luce della verità ed evitare di finire nelle tenebre dell'inganno, ogni evenienza è stata prevista, da ogni astuzia del demonio siamo stati messi in guardia. Chi si acceca per andare dietro ad altre luci si pone contro la sua parola.

II
"Ipocriti! Sapete valutare l’aspetto della terra e del cielo; come mai questo tempo non sapete valutarlo? E perché non giudicate voi stessi ciò che è giusto?" (Lc 12,56-57)
Gesù ci da un insegnamento decisivo e inequivocabile per discernere i segni dei tempi...ci dice che dobbiamo giudicare da noi stessi senza farceli dire da altri. Abbiamo una testa per pensare e dobbiamo usarla, secondo Gesù l'autorità del nostro giudizio è sovrana quindi non dobbiamo delegare nessuno per adempiere a questo sacrosanto dovere. Invece noi ci lasciamo guidare dai falsi profeti della nostra chiesa che seguono i falsi cristi delle apparizioni e delle locuzioni interiori ignorando le sue raccomandazioni...e cadiamo nell'inganno.

III
Per vedere bene una città bisogna salire su un monte e dall’alto se ne ha una visione completa. Se uno entra dentro la città ne avrà solo una visione parziale e potrà venire sedotto dai suoi colori, rapito dai suoi profumi, incantato dalle sue musiche. Nella spiritualità per discernere il vero dal falso occorre un sano distacco per questo sconsiglio vivamente di andare a Medjugorie e di ascoltare testimonianze di persone che vanno a Medjugorie. Questa gente è da considerarsi appestata per come si pone agli antipodi della sana devozione e da temere come l'inferno!

IV
Alcune di queste apparizioni come la madonna di Anguera in Brasile danno un'impronta marcatamente apocalittica preannunciando guerre, terremoti, olocausti nucleari e ogni sorta di calamità. Seminano il terrore perché si rivolga verso di loro il cuore per trovare la speranza e la via della salvezza. In verità l'Apocalisse non è così platealmente catastrofica come vogliono farci credere, l'Apocalisse è una serie di sciagure soprattutto spirituali che si vanno lentamente consumando sotto i nostri occhi senza che ce ne accorgiamo. Al diavolo in questo tempo è stato dato il potere di sedurre il popolo di Dio, di trarre in inganno quei cristiani che di cristiano amano conservare solo l'apparenza e non si accorgono che il castigo più tremendo dell'Apocalisse è non riconoscere il suo tempo.

V
La consacrazione al cuore immacolato di Maria o semplicemente alla Madonna è un vero e proprio patto col diavolo, una trappola attraverso cui il nemico incatena le anime per trascinarle al supplizio eterno. Il rosario è il veleno con cui le paralizza togliendo loro la vista spirituale, il lume della ragione e soprattutto la facoltà di dubitare. Ogni volta che ho tentato di far penetrare dentro quelle coscienze un raggio di luce ho trovato un muro invalicabile tanto da farmi pensare che per costoro ormai non ci sia più niente da fare.


VI
"Se qualcuno vi dirà "ecco, il Cristo è qui, è là" non ci credete. Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli così da indurre in errore anche gli eletti. Se dunque vi diranno "è nel deserto" non ci andate "è in casa" non ci credete" (Mt 24,23-26)
Per "Cristo" si intende guida spirituale quindi questo brano chiama in causa la madonna di Medjugorie come altre apparizioni che si pongono come guide spirituali e pretendono di indicarci la via da seguire in questo tempo di grandi incertezze. In particolare credo che Gesù con il termine..."nel deserto"...voglia riferirsi alle apparizioni e con il termine..."nella casa"...alle locuzioni interiori. Per quanto eclatanti possano risultare queste manifestazioni soprannaturali, per quanto possano essere accompagnate da miracoli, segni e prodigi...abbiamo l'ordine di non andare a Medjugorie, Fatima, Lourdes come da nessun'altra parte e di non credere a quello che dicono questi falsi cristi.

VII

Anni fa ero in una crisi profonda con un'oppressione fortissima al petto allora cominciai a recitare l'Ave Maria, una dietro l'altra senza fermarmi...l'oppressione diminuiva parecchio fino a sentirmi sollevato. Questa grazia mi portò a diventare devoto alla madonna di Medjugorie. Dopo sette anni di sequela fedele alla regina della pace scoprii l'inganno e compresi che quel sollievo nella preghiera è l'esca che usa il diavolo per attirarci nella sua trappola.

VIII
"Badate che nessuno vi seduca" (Lc 21,8)
Il diavolo è l'incarnazione della seduzione per questo a Medjugorie appare nelle vesti di una bellissima giovane donna...i suoi messaggi sono dolcissimi e pieni di tenerezza. Se fosse stata l'umile Maria non si sarebbe servita del suo fascino per comunicare l'essenzialità del suo messaggio...si sarebbe mostrata nelle vesti di una donna matura al fine di incarnare, non la bellezza...ma la sapienza.

IX
Fra tutte le apparizioni mariane quella che ritenevo inattaccabile e al di sopra di ogni sospetto era Lourdes fino a quando ho scoperto che Bernadette negli ultimi anni della sua vita aveva avuto ulteriori apparizioni nella quale la madonna le annunciava anche lei un’era di pace all’inizio del terzo millennio. Le parole di san Paolo...”e quando si dirà pace e sicurezza allora d'improvviso li colpirà la rovina”...mi misero in allarme e mi fecero pensare che questa pace non fosse niente di buono. Fu allora che cominciai ad intravedere dietro alle apparizioni mariane un disegno ingannevole spaventoso.

X
Maria è una donna semplice ed essenziale, perché a Medjugorie avrebbe architettato questa serie complicata di messaggi e situazioni. Ad alcuni tutti i giorni, ad altri il giorno del compleanno o il venticinque del mese...alcuni per la parrocchia, altri personali o da dare a terzi. Poi i dieci segreti, alcuni svelati, altri da svelare a determinate condizioni…e potrei continuare. No, questa non è la Maria del vangelo, la madre di Gesù...temo che questa regina dell'inganno voglia tenerci lo sguardo fisso in questo labirinto perché non ci accorgiamo che l'apocalisse sta precipitando.

XI

Io credo che l’inganno principale di Medjugorie sia quello di far sentire cristiani i cattolici di oggi che invece non lo sono. Per definirsi cristiani non basta andare a messa, dire preghiere, fare la carità...occorre nascere a  nuova vita e questa seconda nascita avviene solo quando un’anima si stacca da tutti gli affetti terreni e da tutti gli averi fino a giungere ad amare Dio sopra ogni cosa. Nell’istante in cui una persona riesce a staccarsi di cuore da tutto e da tutti avviene l’incontro col Signore...incontro che cambia profondamente l’interiorità e si sente la necessità di abbracciare una vita fatta di cose scarne ed essenziali.

XII
La madonna di Medjugorie ci invita a fare atti di penitenza non a vivere da penitenti…così facciamo le stesse cose che fanno i pagani, amiamo le stesse cose che amano i pagani. I digiuni ingrassano pericolosamente il nostro io perché ci fanno sentire capaci e meritevoli dei primi posti mentre dovremmo sentirci incapaci e indegni persino degli ultimi posti. E siccome questa apparizione è figlia della potenza d’inganno annunciata da san Paolo per i giorni della fine...fa in modo di renderci piena di gusto la preghiera e tutte le altre attività spirituali.

XIII
A Medjugorie la preghiera viene sfigurata...non più intimità con Dio ma una maratona di rosari da percorrere col fiato grosso nel caos delle nostre giornate. Non si bada più alla qualità ma solo alla quantità ignorando le raccomandazioni di Gesù che ci ha detto di pregare senza moltiplicare le parole. Il rosario è un'infinita moltiplicazione di parole...questo perché si resti sulla superficie della spiritualità, non ci si accorga dell'inganno e di come il Vangelo venga beffato.

XIV
Chi ha lanciato in orbita nel cielo del terzo millennio la madonna è stato senza dubbio padre Livio Fanzaga direttore di Radio Maria che alla fine degli anni '90 ha sterzato decisamente verso Medjugorie. Ora è il maggiore dei falsi profeti ed usa la madonna come fosse peperoncino per condire e adulterare la parola di Dio. Il suo modo di agire segue sempre lo stesso diabolico schema! Nelle sue catechesi dapprima espone le cose correttamente poi alla fine di ogni discorso nell'atto di calarlo nella realtà dei nostri giorni consuma il tradimento. Aggiunge sempre..."poi come ha detto la madonna a Medjugorie, o a Fatima, o a La Salette"...e impasta il granello di sale tratto dalla Bibbia con una goccia di miele estrapolata dai messaggi delle varie madonne, lo circonda col fumo della sua arte oratoria e ci serve su un piatto d'argento quel sottile inganno che crocifigge la verità.

XV
Non dobbiamo giudicare le apparizioni dalla rettitudine dei veggenti o dal fatto che ci siano conversioni o miracoli, non è questo il metro per discernere spiritualmente certi fenomeni...tutte queste cose sono il paravento con cui il diavolo maschera le sue reali intenzioni. Nel caso di Medjugorie io credo che voglia distoglierci dal vedere i segni della fine del mondo per farci credere che verrà un tempo di pace e amore...in questa maniera tiene le vergini addormentate ed impedisce al "GRIDO" annunciato da Gesù in Matteo 25,6...di produrre i suoi effetti.

XVI
Spesso sono i bambini ad essere scelti per comunicare le istanze del cielo...Fatima, Medjugorie, La Salette e tantissime altre apparizioni hanno per protagonisti i bambini ed io mi sono chiesto come può il Signore permettere che vengano ingannati degli innocenti. Finché ho compreso che non sono i bambini ad essere ingannati ma coloro che sono deputati a discernere questi fenomeni...i vescovi e i sacerdoti. Siccome per entrare nel regno di Dio occorre tornare bambini ricorro alla favola di Cappuccetto rosso per indicare il criterio per discernere il bene dal male. Come in quella favola nelle vesti della nonna si celava il lupo cattivo, così nelle apparizioni mariane nelle vesti della mamma celeste...si cela il diavolo.

XVII
Ci fu un periodo in cui ero devoto alla madonna di Medjugorie e la pregavo molto per risolvere situazioni dolorose...recitavo il rosario inginocchiato per terra e ricordo che nel giro di pochi giorni riuscii ad ottenere alcune grazie. Il ritrovamento di una bambina scomparsa, la riunione di due coniugi separati da molti anni ed altre ancora. Ciò mi sembrò molto strano perché io non è che conducessi proprio una vita da santo ed allora sospettai che fosse il demonio ad esaudire le mie preghiere. Questo perché voleva tenermi impegnato in quella mansione affinché non seguissi la mia vocazione profetica e puntassi il dito contro di lui.

XVIII
"A San Filippo Neri un giorno apparve la Madonna. Non appena la vide le sputò in faccia e la Madonna si trasformò nel Maligno che a quel punto chiese: Come mi hai riconosciuto? E San Filippo Neri rispose: Tu pensi che la Madonna possa apparire a un peccatore come me?"
Quanta sapienza in questo episodio, quanto oggi non se ne tiene conto…se i nostri veggenti si sentissero un po’ peccatori come si sentiva san Filippo Neri che era un santo quante false madonne e falsi cristi andrebbero in pensione lasciando una vampata di zolfo. Sputiamo in faccia alla madonna di Medjugorie, al Gesù di suor Faustina, a tutti i falsi cristi delle apparizioni e delle locuzioni interiori per liberarci da queste illusioni e smettere di tradire il Signore con delle pessime imitazioni.

XIX
Il capitolo 44 del profeta Geremia è un pozzo di sapienza da cui possiamo attingere tutte le considerazioni per valutare le apparizioni, basterebbe solo quello per capire chi è Dio, quale sia il suo pensiero e come voglia che noi ci comportiamo. Leggiamolo e meditiamolo a lungo perché rivela tutto. Ci viene detto che il popolo di Israele in quel tempo adorava la regina del cielo...per lei bruciavano incenso e offrivano libagioni. Mentre Dio mandava dei castighi ai figli per punire le colpe dei padri la regina del cielo provvedeva a revocarli. Così inviava abbondanza laddove Dio mandava carestia, salute dove Dio mandava malattia, pace dove Dio mandava guerra. Oggi la storia si ripete con la regina della pace e tutte le altre madonne che elargiscono grazie.

XX
Il dogma dell'immacolata concezione è un inganno perché contrario all'umiltà. Se Dio aveva deciso per amore di calarsi nella miseria della condizione umana perché avrebbe dovuto servirsi di un'anima concepita senza peccato...perché usare questa via privilegiata se era venuto per sporcarsi le mani, per condividere la sorte dei più disgraziati. Tutta la vita di Gesù è stata una grande tribolazione a cominciare dalla fuga in Egitto in tenerissima età...mai Dio ha spianato la strada al suo figlio prediletto. A Lourdes non fu la madonna a dire..."io sono l'immacolata concezione"...perché la madre di Gesù altro non sa dire che..."io sono la serva del Signore"...ma fu il diavolo che iniziava la sua opera di seduzione spirituale con molti prodigi...opera che sta ultimando a Medjugorie.

XXI

L'impostura religiosa dei giorni della fine è cominciata nel 1830 a Parigi con l'apparizione della madonna a suor Caterina Laburé a cui disse di far coniare una medaglia con la scritta..."O Maria, concepita senza peccato, pregate  per noi che ricorriamo a voi". Lei stessa definendosi "concepita senza peccato" ha dato l'imbeccata alla chiesa per avviare il processo per la proclamazione del dogma dell'Immacolata Concezione poi avvenuto nel 1854 per opera di Pio IX . Dopo quattro anni a Lourdes nel 1858 la madonna si presenta a Bernadette come l'Immacolata Concezione confermando di fatto quanto la chiesa aveva stabilito.

XXII
Questa concomitanza di eventi così plateale in cui il cielo propone,  la terra risponde e il cielo di nuovo conferma mi è sembrata molto sospetta ed io temo che quella che fu una tentazione dalla chiesa sia stata presa per un'ispirazione. Da allora le apparizioni si sono moltiplicate a dismisura al pari della devozione...negli ultimi anni la presunta madonna ha cominciato a porsi come guida spirituale nel discernere i segni dei tempi e si è attribuita vari titoli dandosi una gloria infinita. A Fatima ha avuto la superbia di dire..."alla fine il mio cuore immacolato trionferà"...dimenticando che se qualcuno deve trionfare è Gesù...fino a giungere alle apparizioni di Amsterdam nelle quali si è definita "signora di tutti i popoli"...e dove ha superato ogni limite mettendosi davanti alla croce in un'immagine raccapricciante.


XXIII
Qualora fosse veramente la madonna la protagonista di questi fenomeni, inviata da Dio per la nostra salvezza, è a dir poco sconvolgente che nell'apparizione di Parigi abbia profanato in maniera così plateale il secondo comandamento che vieta di farsi immagini...ed in seguito in tutte le altre sue manifestazioni non si sia mai opposta ma anzi abbia caldeggiato il fatto che si costruissero statue e che queste statue fossero poste sopra gli altari dentro le chiese...per rubare gloria a Dio.

XXIV
Se dietro a tutte le apparizioni della madonna c'è il diavolo come io temo allora tutti i santuari mariani dedicati alle madonne delle apparizioni sono santuari in cui si venera il diavolo...Lourdes, Fatima, Medjugorie. La fine del mondo verrà sull'onda di un'impostura religiosa...non ci stupiamo se in quei santuari avvengono tanti miracoli per mano della presunta madonna perché san Paolo ci ha avvertiti..."l'iniquo, la cui venuta avverrà nella potenza di Satana, con ogni specie di portenti, di segni e prodigi menzogneri".

XXV
San Luigi Maria Grignon de Monfort vissuto in Francia a cavallo fra la fine del seicento e l'inizio del settecento è l'alfiere che ha fondato l'esercito di Maria, è colui che con uno spirito battagliero ed una dialettica cavalleresca ha infuocato gli animi d'amore per la madonna. Al suo celebre libro..."Trattato della vera devozione alla Santa Vergine"...si sono abbeverate generazioni di cattolici me compreso, il suo nettare è talmente inebriante che se ne esce, non solo persuasi delle sue tesi, ma addirittura esaltati e pronti a morire per la causa. Lo spirito di questo libro ha fatto fiorire decine di ordini e comunità che hanno rievangelizzato l'Europa mettendo Maria al centro della devozione...ed ha messo le fondamenta a quell'impostura religiosa che a Medjugorie ha ultimato il tetto.

XXVI
L'arcivescovo di Vienna, il cardinale Christoph Schoenborn, permettendo che il veggente Ivan avesse un'apparizione della madonna di Medjugorie dentro la cattedrale della città ha calpestato le direttive della chiesa che impongono di non pronunciarsi sulle apparizioni fino a quando queste non siano terminate ed ha permesso ancora una volta che si adempiessero le parole di Gesù..."quando vedrete l'abominio della desolazione posto nel santuario".

XXVII

Attraverso i quattro dogmi mariani si sono messe le fondamenta per innalzare un essere umano al rango di divinità, attraverso questa lunga operazione maturata nei secoli all'interno della chiesa il diavolo è riuscito a rendere una creatura degna di essere venerata e pregata come un Dio. Nel suo nome ha fatto innalzare cattedrali per renderle il culto perché si profanasse la parola di Dio..."Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi il culto"...e il popolo cristiano fosse avviato al peccato dei peccati...l'idolatria.

XXVIII
Il "Marianesimo"...il culto mariano del nostro tempo è l'anima dell'impostura religiosa dei giorni della fine, è l'abominio della desolazione posto nel luogo santo, è l'eresia più devastante della storia tanto che la statua della madonna è divenuta l'idolo che viene adorato al posto di Dio. Il marianesimo si oppone al cristianesimo...ne corrode i principi, ne scolora la vivacità, ne svilisce il messaggio fino a renderlo innocuo. Negli ultimi anni grazie alle numerose apparizioni il marianesimo si è diffuso in maniera dilagante e strisciando è entrato nel cuore della chiesa.

XXIX
Il cristiano è sempre stato di fronte alla scelta fra il bene e il male...fra Dio e il mondo. Questa contrapposizione mai è stata subdola come ora perché il mondo si presenta sotto le vesti di una religione...una religione a misura d'uomo. Chi ama Dio vede il degrado dei nostri giorni così come è predetto dalla scrittura e di fronte alla più nera evidenza altro non può fare che alzare gli occhi al cielo e attendere la liberazione col ritorno di Gesù nella gloria. Chi ama il mondo invece accoglie il messaggio della regina della pace che annuncia un millennio di prosperità. Siamo di fronte ad un bivio...a destra le pecore vanno verso Dio e il suo paradiso...a sinistra i capri vanno verso le menzognere promesse di un mondo rinnovato.

XXX
Indubbiamente dobbiamo riconoscere a Medjugorie il merito di aver avvicinato alla fede una moltitudine di increduli, dubbiosi, tiepidi...gente che mai si sarebbe sognata di mettere piede dentro una chiesa. Dopo averli presi al laccio il diavolo grazie alla loro ignoranza in materia spirituale ha avuto gioco facile nell'immobilizzarli e renderli schiavi di pratiche devozionali in abominio a Dio. Ma se costoro comprendessero che occorre andare oltre e non fermarsi dopo il primo passo, se solo concedessero un credito di buona fede a chi cerca di metterli in guardia...disinnescherebbero la trappola e l'inganno Medjugorie diventerebbe grazia.





dello stesso autore...

http://parole-difuoco.blogspot.com

http://davidilgrido.blogspot.com

http://david-poesiedamore.blogspot.com

http://davidattraverso.blogspot.com

http://davidaforismi.blogspot.com

https://decalogodelpoeta.blogspot.it/


a cura  dell'autore...

http://spirito-francescano.blogspot.com

http://verginisavie.blogspot.com